DOTT. SALVATORE GUGLIELMINO

FAT POINT: Il punto di ROTTURA del grasso corporeo

Il FAT POINT rappresenta la % di grasso corporeo ABITUALE per l’organismo.

Andare ad alterare questo livello vuol dire CAMBIARE VITA in termini estetici e di salute. Ma andiamo per ordine.

Questo livello secondo alcuni professori dell’Università di Palermo viene stabilito da una struttura encefalica chiamata Ponderostato. Questa è suscettibile alle oscillazioni riguardanti la dieta abituale (introito calorico) e l’attività fisica quotidiana (sia sportiva che abituale).

In sostanza questa struttura ci aumenta il metabolismo in caso di surplus calorico e in caso di diminuzione dell’introito calorica fa diminuire il metabolismo. Questo è finalizzato al mantenimento dell’equilibrio (omeostasi) corporeo.

Il mantenimento dell’equilibrio ci fa mantenere il FAT POINT. Motivo per il quale i cambiamenti di peso repentini alla lunga non portano a nulla di buono.

Mi spiego meglio… le classiche diete veloci da rivista che si legge la signora Cesira a mare (es dieta dell’uva o dieta del frullato o del gelato) non servono a NULLA. Semplicemente per 2 motivi:
1. Il nostro organismo nei millenni ha sviluppato maggiormente i sistemi di deposito piuttosto che quelli di prelievo di energia (ad esempio dagli adipociti);
2. Se perdiamo con una dieta ipocalorica in 10 giorni 3kg il corpo non ha registrato il nuovo peso come PROPRIO quindi farà di tutto per recuperare le perdite….come? abbassando il metabolismo. Inoltre i primi kg persi con delle diete classiche saranno di acqua e massa muscolare, più una piccola perdita di grasso corporeo.

Adesso vi starete chiedendo come fare a CAMBIARE VITA …. A CAMBIARE IL FAT POINT.

L’obiettivo principale è conoscere come poter ingannare il corpo tramite l’alimentazione.
Utilizzando una dieta ciclica che prevede l’alternanza dei vari macronutrienti durante la settimana e soprattutto aumentare la massa muscolare. Per saperne di più sulla dieta ciclica…

http://www.dietistaguglielmino.it

Non con la classica corsetta o camminata sul tappeto in palestra con pendenza, perché non serve a nulla. Serve un esercizio intenso ed ipertrofico. Maggiore è la massa muscolare maggiora sarà il CONSUMO DI GRASSO A RIPOSO. SI perché il grasso si consuma a riposo!!!

Durante l’attività intensa i substrati maggiormente coinvolti sono quelli glucidici. A riposo invece bruceremo GRASSO. Soprattutto nella fase post allenamento, in cui avremo l’aumento dell’epoc, cioè il consumo di ossigeno post esercizio fisico. E quindi un maggior dispendio calorico.

Facendo in questo modo RIVOLUZIONERETE IL VOSTRO METABOLISMO

CONDIVIDETE PER EVITARE DI CONTINUARE CON I LUOGHI COMUNI!!!